?

Log in

Rosy [userpic]
conserve e taralli
by Rosy (pinky78)
at March 14th, 2008 (07:31 am)

Di nuovo eccoci al solito appuntamento "in cucina con Rusellina";)
In occasione del Mediterranean Party che abbiamo organizzato per domani mi sono portata avanti anche perché con sto mal di schiena, meglio che diluisca un po´.
In realtá ho fatto anche altre cose che non c´entrano con domani, ovvero le conserve.

Oggi ero in vena di conserve appunto e ho preparato:



3 mazzetti di ravanelli
1 parte di aceto
2 parti di acqua
foglie di alloro
un cucchiaino di sale

Non so se questa ricetta sia originaria della Spagna, a me la diede Antonio del ristorante spagnolo "da Antonio" a Stoccarda.:)
Mettete l´aceto, l´acqua, il sale e le foglie di alloro sul fuoco e nel frattempo mondate i ravanelli tagliandoli a metá.
Quando l´acqua bolle gettarvi i ravanelli e far cuocere fino a quando i ravanelli diventeranno di un colore rosato.
Togliere dal fuoco e con una schiumarola prendere i ravanelli e metterli in dei vasetti di vetro. Riempirli poi con l´acqua di cottura, chiudere et voilá!








in realtá la ricetta originaria prevedeva acciughe e capperi, ma siccome non mi piacciono ho fatto a modo mio, come sempre!

6 Peperoni di vari colori
1/2 litro di aceto rosso
1,5 litri di acqua
sale
Basilico
Olive verdi snocciolate
2 spicchi di aglio

Preparare gli ingredienti base. Tritare il basilico e l'aglio. Lavare i peperoni, eliminare i semi e le nervature e tagliarli a pezzi in senso orizzontale. A seconda dei gusti si possono tagliare a listarelle o a pezzi piu' larghi.
Mettete in una pentola l'aceto appena salato. Quando bolle immergetevi i peperoni. Se non ci stanno tutti ripetete l'operazione a piu' riprese usando lo stesso aceto. Fate bollire per circa 10 minuti.
Scolare i peperoni dall'aceto e metterli ad asciugare e a raffreddare su un panno asciutto e pulito.
Quando si saranno asciugati, cominciate a metterli nel vaso a strati alternandoli con uno strato di pezzettini d'aglio, basilico tritato, peperoni, olive etc.
Coprite infine con l'olio. Chiudete il vaso (o i vasi) e attendete almeno un giorno per permettere all'olio di penetrare bene tra gli strati. Se il livello d'olio si sara' abbassato, aggiungete altro olio per mantenere i peperoni completamenti coperti.






Taralli:

1 Kg di farina 00
300 ml di vino bianco secco
250 ml di olio e.v.
15 gr di sale
15 gr di semi di finocchio (o senza)

Disporre a fontana su di una spianatoia la farina. Al centro disporre l'olio, il vino ed il sale ed emulsionate di modo che l'impasto che andrete a fare sia più omogeneo possibile.

A questo punto lasciate riposare l'impasto, coperto da un panno, per 20 minuti in un luogo non freddo.

Passati i 20 minuti, non vi preoccupate se è di più, procedete a formare i taralli ricavando dalla pasta dei bastoncini di 1 cm circa di diametro e 8 cm di lunghezza e chiudeteli su se stessi sovrapponendo le estremità schiacciando con il dito in modo da sigillarli. Io non sono stata a misurare i centimetri!

Nel frattempo portare ad ebollizione dell'acqua in una capiente pentola nella quale avrete aggiunto 1 cucchiaio di sale.

Prendetene una decina alla volta ed immergeteli nell'acqua bollente e ritirateli appena salgono a galla, aiutandovi con una schiumarola.

Sistemateli su di un panno asciutto, uno accanto all'altro, ad asciugare per qualche minuto.

Oliate una teglia ed adagiatevi i taralli. (io ho usato la carta forno)

Infornate nel forno preriscaldato a 200° e fate cuocere per circa 40 minuti. A volte (dipende dal vostro forno) bastano 30 minuti, diciamo che devono dorare.

Non vi preoccupate se appena tirati fuori dal forno vi sembreranno un po' mollicci anche se ben dorati ... raffreddandosi diventeranno croccanti al punto giusto.

Mi sono meravigliata di me stessa, sono venuti buonissimi ma ora li devo nascondere altrimenti me li mangio tutti... aiutoooooooooo!